SAVE THE DATE - SALVA LA DATA IN AGENDA

L'Associazione IL NODO GROUP presenta


23a Group Relations Conference Internazionale in Italia

ALI 2020 AUTORITÀ LEADERSHIP E INNOVAZIONE

ASSOGGETTAMENTO E SOGGETTIVITÀ

Crisi dei contenitori istituzionali e disperazione identitaria

ALI2020-cover

26 - 29 Marzo 2020 | Grand Hotel Astoria | Grado, Gorizia

 CREDITI ECM:39

EVENTO A PARTECIPAZIONE LIMITATA
L'iscrizione è subordinata alla disponibilità di posti
 
con la sponsorship di AKRI (USA) e OFEK (Israele)


Come la precedente edizione di ALI, la 23a group relation italiana sponsorizzata dal gruppo IL NODO si svolgerà a Grado nel golfo di Trieste. Le date di ALI 2020 sono in Marzo 2020: da giovedì 26 a domenica 29. La conferenza è concepita come un seminario residenziale in cui l’apprendimento  è esperienziale: nessuna lezione, né tavole rotonde ma gruppi e dinamiche tra gruppi; brainstorming, discussioni informali e pilpul.

ALI è un acronimo che significa Autorità, Leadership e Innovazione: tre parole che hanno sempre confermato di essere indicatori ineludibili di una rete di problemi intrecciati e strettamente collegati. Il titolo di questa edizione deriva dai temi emersi nelle precedenti edizioni.

ALI 2019 è stata la prima di una serie di conferenze incentrate sui processi che hanno plasmato la cultura e la storia per un tempo molto lungo. Esattamente un secolo fa, finiva la prima guerra mondiale e il processo di pace divideva il mondo che era emerso dal crollo dei contenitori politici  del XIX secolo, in una nuova serie di contenitori che ha caratterizzato il XX secolo. Niente più imperi, ma stati e federazioni di stati - che ora sono in crisi e sembrano indebolirsi reciprocamente.

Il punto di svolta delle culture odierne è determinato da molti fenomeni correlati: l’ultraliberalismo, la crisi del comunismo, il super-consumismo e la liquefazione dei contenitori tradizionali che garantivano la stabilità sociale, e la cosiddetta “globalizzazione”. Lungi dall’aprire una fase di illimitata liberazione, l’orizzonte postmoderno è un’era di nuovi problemi difficili da risolvere e persino difficili da pensare. La reazione all’improvviso allargamento delle frontiere ha sicuramente portato nuove opportunità, ma anche un profondo nuovo malessere e disagio - Unbehagen  
era la parola di Freud - che stanno producendo nuovi problemi e nuovi conflitti: nazionalismi, suprematismi e sovranismi. Manipolazioni politiche di vecchie e nuove identità e disperazione  come conseguenza della crisi dei contenitori tradizionali.

Al centro della vita umana ci sono alcuni paradossi che non possono essere risolti in modo rapido. L’illusione di liberarsi di questi paradossi è una delle ragioni della crisi attuale. Fra questi la conference si focalizzerà sul rapporto che si stabilisce fra la consapevolezza di essere soggetti all’autorità di qualcosa o di qualcuno e il lavoro che deve essere fatto per liberarsi dai limiti  esteriori e interiori e diventare soggetti.

Giovanni Foresti, direttore
Yossi Triest, direttore associato

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Agenzia Mosaico: Tel. +39 011 568 1238 | Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.